Registrazione |  | martedì 18 dicembre 2018
WikiJus: Ultimi documenti

Sussistenza della comunione ereditaria (retratto successorio)
La preferenza di cui all'art. 732 cod. civ. riguarda la situazione di contitolarità che trae origine in relazione all'apertura della successione: deve trattarsi di comunione ereditaria in senso proprio nota1 . Differente è il caso in cui l'origine della comunione sia da ricondurre alla volontà testa...

Cass. civile, sez. II del 2018 numero 12504 (21/05/2018)
Il diritto di prelazione sui beni oggetto di comunione ereditaria comporta una manifesta deroga alla libera disponibilità del diritto di proprietà. Per questi motivi è esclusa l’applicabilità del riscatto successorio quando vi è solo la comunione ordinaria che si può creare tra gli interessati dopo ...

Interessi usurari
La nozione di interessi usurari prende le mosse dal II comma dell'art. 1815 cod.civ. , dettato in materia di mutuo. La norma stabilisce che, se gli interessi pattuiti sono usurari, la relativa clausola è nulla e gli interessi non sono conseguentemente dovuti al mutuante . Va osservato come tale valu...

Tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire: ambito oggettivo di applicazione della disciplina
L'art. 5 del D. Lgs. 20 giugno 2005, n. 122 espressamente prevede che la disciplina di cui agli artt. 2 , 3 e 4 del D. Lgs. cit. si applica ai contratti aventi ad oggetto il trasferimento non immediato della proprietà o di altro diritto reale di godimento di immobili per i quali il permesso di costr...

La responsabilità del notaio
La responsabilità del notaio per l'esercizio delle sue funzioni si situa nell'area della responsabilità contrattuale nota1 . Si pensi, ad esempio, alla preparazione ed alla stesura di un atto pubblico di trasferimento immobiliare, attività di tipica competenza notarile. In questo senso, quale profes...

Il fondo patrimoniale
L'istituto del fondo patrimoniale nota1 è previsto dall'art. 167 cod.civ.. Esso può essere costituito da uno o da entrambi i coniugi con atto pubblico, ovvero da un terzo, anche per testamento. In che cosa consiste la costituzione del fondo? Nella destinazione di determinati beni, immobili o mobili ...

Liberalità: la causa
La causa liberale evoca la disposizione spontanea nota1 , che ha quale conseguenza il depauperamento del disponente ed il conseguente arricchimento del beneficiario. Si tratta di una dinamica negoziale nella quale assume preponderante considerazione l'intento di una soltanto delle parti, tanto è ver...

Figure affini alla rendita vitalizia
Cosa riferire dell'ipotesi in cui il contratto vitalizio oneroso o gratuito preveda a carico del vitaliziante prestazioni diverse rispetto a quelle tipiche, consistenti nella erogazione periodica di una somma di denaro o altre cose fungibili? Viene a tal proposito in considerazione il c.d. vitalizio...

I singoli registri dello stato civile
Il D.P.R. 396/00 ha abrogato quasi integralmente (ad eccezione delle limitazioni previste dall'art. 109 del D.P.R. 396/00) il R.D. 1238/39, sostituendo i registri di stato civile con un unico "archivio informatico". Tuttavia l'art. 109 del D.P.R. 396/00, II comma, specifica che tutte le disposizioni...

Miglioramenti, spese, deterioramenti (collazione di immobili)
Gli artt. 748 e 749 cod.civ. disciplinano la sorte dei miglioramenti, delle spese e dei deterioramenti afferenti al bene immobile oggetto di collazione. In tutti i casi occorre dedurre a favore del donatario il valore delle migliorie apportate al fondo nei limiti del loro valore al tempo dell'aperta...

Collazione di immobili
La collazione di un bene immobile può essere operata (art. 746 cod. civ.) mediante imputazione (il che postula una preventiva operazione valutativa di quanto ricevuto a titolo di liberalità) ovvero mediante conferimento in natura. Il conferimento in natura consiste propriamente nel trasferimento del...

Intestazione di un bene a nome altrui
Con il termine "intestazione di bene a nome altrui" ci si riferisce descrittivamente ad una serie di situazioni del tutto eterogenea. Si può trattare di ipotesi riconducibili all'interposizione fittizia (vale a dire alla simulazione), ovvero a quella reale (c.d. intestazione fiduciaria). Non è neppu...

Diritto di prelazione ex art. 28 della legge 513 del 1977 (alloggi di edilizia residenziale pubblica)
L'art. 28 della legge 8 agosto 1977 n.513 prevede al comma VII (già V comma) che gli alloggi acquistati non possono essere alienati a nessun titolo per un periodo di tempo pari a 10 anni dalla data di stipulazione del contratto e comunque fino a quando non ne sia stato pagato l'intero prezzo nota1 ....

La provvigione del mediatore
Ai sensi dell' art.1755 cod.civ. il diritto del mediatore a percepire la provvigione è subordinato a due presupposti, consistenti nella conclusione dell'affare e nella riconducibilità di tale esito positivo al di lui intervento. Si noti che tale nesso eziologico non è detto che sia venuto meno neppu...

Cass. civile, sez. II del 2018 numero 21559 (03/09/2018)
Il diritto alla provvigione sorge tutte le volte in cui la conclusione dell'affare sia in rapporto causale con l'attività intermediatrice, senza che sia richiesto un nesso eziologico diretto ed esclusivo tra l'attività del mediatore e la conclusione dell'affare, essendo sufficiente che il mediatore ...

Obbligazioni del comodatario
Una volta che il comodatario ha ricevuto in consegna la cosa egli è tenuto a custodirla nota1 ed a conservarla con la diligenza del buon padre di famiglia (art. 1804 cod.civ.). In particolare, secondo la norma citata, il comodatario non può servirsene che per l'uso determinato dal contratto o dalla ...

Locazione: le obbligazioni delle parti, le garanzie
La legge identifica in maniera specifiche gli obblighi facenti capo al locatore ed al conduttore. Ai sensi dell’art. 1575 il locatore deve anzitutto consegnare al conduttore la cosa locata in buono stato di manutenzione; mantenerla in istato da servire all' uso convenuto e garantirne il pacifico god...

Cass. civile, sez. III del 2018 numero 13071 (25/05/2018)
Nel caso di occupazione illegittima di un immobile concesso in locazione o in comodato il danno subito dal proprietario non può ritenersi sussistente "in re ipsa", atteso che tale concetto giunge ad identificare il danno con l'evento dannoso, configurando così un vero e proprio danno punitivo, ponen...

Vendita di terreni ed allegazione del certificato di destinazione urbanistica
Il T.U. in materia urbanistica 380/01 contiene una serie di prescrizioni intese ad impedire la abusiva lottizzazione di aree a fini edificatori nota1 . In questo quadro rientrava il II comma dell'art. 18 della legge n. 47 del 1985, ormai abrogato e sostituito dall'art. del 30 T.U., ai sensi del qual...

La causa del contratto preliminare
Non è usuale un approccio diretto ad un tema come quello dell'elemento causale del contratto preliminare in generale. Tra gli interpreti appare del tutto mancante una specifica riflessione sul punto, probabilmente sulla scorta dell'idea inespressa secondo la quale l'elemento causale dovrebbe rinveni...

Cittadinanza: condizione di reciprocità
Nel nostro ordinamento lo straniero è ammesso a godere dei diritti civili a condizione di reciprocità (art. 16 prel. ). In tema di diritto d'autore cfr. l'art. 146 del T.U. 633/41, come novellato dal D.Lgs. 13 febbraio 2006, n.118 . Dunque lo straniero è ammesso al godimento di un determinato diritt...

Cass. civile, sez. II del 2018 numero 24923 (09/10/2018)
Gli acquisti immobiliari in Italia di società svizzere non necessitano di autorizzazione, secondo la condizione di reciprocità, solamente nel caso in cui l'immobile sia adibito a stabilimento permanente di un commercio, di un'industria, di un'altra impresa esercitata in forma commerciale, di un'azie...

Cancellazione della società dal registro delle imprese
Una volta approvato il bilancio finale di liquidazione da parte dei soci, i liquidatori devono, liberati nei confronti di costoro dagli obblighi in ordine al resoconto delle attività finalizzate all'estinzione dei rapporti giuridici facenti capo alla società, provvedere a richiedere la cancellazione...

La causa: profili di valutazione dell'elemento causale
Alla luce del sistema del codice sembra che l'elemento causale, inteso come elemento essenziale del contratto, sia suscettibile di una pluralità di valutazioni variamente atteggiate a seconda del fatto che si faccia riferimento ad un negozio tipico, ovvero innominato. Un primo profilo valutativo con...

Presupposti della successione dello stato: la cittadinanza del de cuius
Affinchè si apra la successione dello Stato ai sensi dell' art.586 cod.civ ., in difetto di ulteriori successibili ex lege, occorre che l'ereditando sia cittadino dello Stato italiano . Al riguardo occorre rammentare che l'art. 46 della Legge 31 maggio 1995, n.218 prevede il riferimento alla legge d...

Il pregiudizio o eventus damni, l'atto di disposizione
Ai fini dell'accoglimento dell'azione revocatoria (art. 2901 cod.civ. ) occorre un pregiudizio per il creditore (c.d. eventus damni ). Tale si palesa il pericolo che il patrimonio del debitore non sia capiente rispetto all'entità del credito , tenuto conto dell'esistenza di tutti gli ulteriori debit...

Formazione delle porzioni (divisione), conguagli
La formazione degli assegni divisionali , vale a dire delle porzioni spettanti a ciascun soggetto che partecipa alla comunione, viene effettuata in base al numero dei condividenti e in proporzione alle rispettive quote, dopo aver effettuato una stima del valore venale dei beni che sono residuati nel...

La posizione giuridica del legatario
Il legatario è avente causa dall'ereditando a titolo particolare. Per tale motivo la di lui posizione giuridica si differenzia nettamente rispetto a quella dell'erede, ideale prosecutore della personalità del defunto. E' tuttavia ben possibile che uno o più eredi possano assumere la qualità parallel...

Pagamento dei debiti ereditari (comunione ereditaria )
La disciplina relativa alle modalità con cui i coeredi sono tenuti a rispondere dei debiti ereditari (a differenza rispetto a quella relativa ai crediti: cfr. Cass. Civ., Sez. III, 15894/2014 ). risulta espressamente prevista dall' art.752 cod.civ.. Ai sensi della detta disposizione ciascun coerede ...

Il concepito
La gestazione umana che prelude alla nascita ha inizio con il concepimento. Relativamente al tempo in cui quest'ultimo ha luogo, vengono in aiuto l'art. 232 cod. civ. , nonchè il II comma dell'art. 462 cod. civ. . Ai sensi della prima norma (come modificata per effetto dell’art. 9, comma 1, D.Lgs. 2...

La permuta avente ad oggetto cose future; permuta di cosa presente contro cosa futura
La permuta ha ordinariamente ad oggetto beni esistenti nel tempo in cui il contratto si perfeziona. Similmente alla vendita, è tuttavia possibile che la negoziazione permutativa riguardi beni non ancora esistenti (futuri) perchè ancora da produrre in esito ad un'attività umana (un appartamento in un...

Collegamento negoziale
Il fenomeno del collegamento negoziale consiste in un nesso di interdipendenza tra due o piú negozi . Ordinariamente tali unità negoziali intercorrono tra le stesse parti. Tuttavia si può dare collegamento quand'anche i singoli atti siano stipulati da soggetti differenti (Cass. Civ. Sez. II, 18655/0...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 123
DATI RELATIVI AL TRAFFICO 1. I dati relativi al traffico riguardanti contraenti ed utenti trattati dal fornitore di una rete pubblica di comunicazioni o di un servizio di comunicazione elettronica accessibile al pubblico sono cancellati o resi anonimi quando non sono più necessari ai fini della tras...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 122
INFORMAZIONI RACCOLTE NEI RIGUARDI DEL CONTRAENTE O DELL'UTENTE 1. L'archiviazione delle informazioni nell'apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l'accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l'utente abbia espresso il proprio co...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 121
TITOLO X Comunicazioni elettroniche - CAPO I Servizi di comunicazione elettronica (SERVIZI INTERESSATI E DEFINIZIONI) (Rubrica così sostituita dall’art. 11, comma 1, lett. a), n. 1), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Le disposizioni del presente titolo si applicano al trattamento dei dati personali ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 120
SINISTRI 1. L'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni definisce con proprio provvedimento le procedure e le modalità di funzionamento della banca di dati dei sinistri istituita per la prevenzione e il contrasto di comportamenti fraudolenti nel settore delle assicurazioni obbligatorie per i vei...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 119
abrogato DATI RELATIVI AL COMPORTAMENTO DEBITORIO [1. Con il codice di deontologia e di buona condotta di cui all'articolo 118 sono altresì individuati termini armonizzati di conservazione dei dati personali contenuti, in particolare, in banche di dati, registri ed elenchi tenuti da soggetti pubblic...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 118
abrogato INFORMAZIONI COMMERCIALI [1. Il Garante promuove, ai sensi dell'articolo 12, la sottoscrizione di un codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuato a fini di informazione commerciale, prevedendo anche, in correlazione con quanto previsto dall'arti...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 117
abrogato TITOLO IX Altri trattamenti in ambito pubblico o di interesse pubblico (Rubrica così sostituita dall’art. 10, comma 1, lett. a), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) CAPO I Assicurazioni (Rubrica così sostituita dall’art. 10, comma 1, lett. b), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) (AFFIDABILITÀ E PUNTU...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 116
CAPO IV Istituti di patronato e di assistenza sociale (CONOSCIBILITÀ DI DATI SU MANDATO DELL'INTERESSATO) 1. Per lo svolgimento delle proprie attività gli istituti di patronato e di assistenza sociale, nell'ambito del mandato conferito dall'interessato, possono accedere alle banche di dati degli ent...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 115
TELELAVORO, LAVORO AGILE E LAVORO DOMESTICO (Rubrica così sostituita dall’art. 9, comma 1, lett. h), n. 1), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Nell'ambito del rapporto di lavoro domestico del telelavoro e del lavoro agile il datore di lavoro è tenuto a garantire al lavoratore il rispetto della sua pe...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 114
CAPO III Controllo a distanza, lavoro agile e telelavoro (Rubrica così sostituita dall’art. 9, comma 1, lett. e), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) (GARANZIE IN MATERIA DI CONTROLLO A DISTANZA) (Rubrica così sostituita dall’art. 9, comma 1, lett. g), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Resta fermo quanto...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 113
CAPO II Trattamento di dati riguardanti i prestatori di lavoro (Rubrica così sostituita dall’art. 9, comma 1, lett. d), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) (RACCOLTA DI DATI E PERTINENZA) 1. Resta fermo quanto disposto dall'articolo 8 della legge 20 maggio 1970, n. 300, nonché dall'articolo 10 del decret...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 112
abrogato FINALITÀ DI RILEVANTE INTERESSE PUBBLICO [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità di instaurazione e gestione da parte di soggetti pubblici di rapporti di lavoro di qualunque tipo, dipendente o autonomo, anche non retribuito o onorario...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 111-bis
INFORMAZIONI IN CASO DI RICEZIONE DI CURRICULUM 1. Le informazioni di cui all'articolo 13 del Regolamento, nei casi di ricezione dei curricula spontaneamente trasmessi dagli interessati al fine della instaurazione di un rapporto di lavoro, vengono fornite al momento del primo contatto utile, success...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 111
TITOLO VIII Trattamenti nell'ambito del rapporto di lavoro (Rubrica così sostituita dall’art. 9, comma 1, lett. a), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) CAPO I Profili generali (REGOLE DEONTOLOGICHE PER TRATTAMENTI NELL'AMBITO DEL RAPPORTO DI LAVORO) 1. Il Garante promuove, ai sensi dell'articolo 2-quater...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 110-bis
TRATTAMENTO ULTERIORE DA PARTE DI TERZI DEI DATI PERSONALI A FINI DI RICERCA SCIENTIFICA O A FINI STATISTICI 1. Il Garante può autorizzare il trattamento ulteriore di dati personali, compresi quelli dei trattamenti speciali di cui all'articolo 9 del Regolamento, a fini di ricerca scientifica o a fin...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 110
RICERCA MEDICA, BIOMEDICA ED EPIDEMIOLOGICA 1. Il consenso dell'interessato per il trattamento dei dati relativi alla salute, a fini di ricerca scientifica in campo medico, biomedico o epidemiologico, non è necessario quando la ricerca è effettuata in base a disposizioni di legge o di regolamento o ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 109
DATI STATISTICI RELATIVI ALL'EVENTO DELLA NASCITA 1. Per la rilevazione dei dati statistici relativi agli eventi di nascita, compresi quelli relativi ai nati affetti da malformazioni e ai nati morti, nonché per i flussi di dati anche da parte di direttori sanitari, si osservano, oltre alle disposizi...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 108
SISTEMA STATISTICO NAZIONALE 1. Il trattamento di dati personali da parte di soggetti che fanno parte del Sistema statistico nazionale, oltre a quanto previsto dalle regole deontologiche di cui all'articolo 106, comma 2, resta inoltre disciplinato dal decreto legislativo 6 settembre 1989, n. 322, in...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 107
TRATTAMENTO DI CATEGORIE PARTICOLARI DI DATI PERSONALI 1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 2-sexies e fuori dei casi di particolari indagini a fini statistici o di ricerca scientifica previste dalla legge, il consenso dell'interessato al trattamento di dati di cui all'articolo 9 del Rego...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 106
REGOLE DEONTOLOGICHE PER TRATTAMENTI A FINI STATISTICI O DI RICERCA SCIENTIFICA 1. Il Garante promuove, ai sensi dell'articolo 2-quater, regole deontologiche per i soggetti pubblici e privati, ivi comprese le società scientifiche e le associazioni professionali, interessati al trattamento dei dati p...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 105
MODALITÀ DI TRATTAMENTO 1. I dati personali trattati a fini statistici o di ricerca scientifica non possono essere utilizzati per prendere decisioni o provvedimenti relativamente all'interessato, né per trattamenti di dati per scopi di altra natura. (Comma così modificato dall’art. 8, comma 1, lett....

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 104
CAPO III Trattamento a fini statistici o di ricerca scientifica (Rubrica così sostituita dall’art. 8, comma 1, lett. i), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) (AMBITO APPLICATIVO E DATI IDENTIFICATIVI A FINI STATISTICI O DI RICERCA SCIENTIFICA) (Rubrica così modificata dall’art. 8, comma 1, lett. l), n. 1)...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 103
CONSULTAZIONE DI DOCUMENTI CONSERVATI IN ARCHIVI 1. La consultazione dei documenti conservati negli archivi di Stato, in quelli storici degli enti pubblici e in archivi privati dichiarati di interesse storico particolarmente importante è disciplinata dal decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 102
REGOLE DEONTOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO A FINI DI ARCHIVIAZIONE NEL PUBBLICO INTERESSE O DI RICERCA STORICA (Rubrica così sostituita dall’art. 8, comma 1, lett. g), n. 1), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Il Garante promuove, ai sensi dell'articolo 2-quater, la sottoscrizione di regole deontologich...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 101
CAPO II Trattamento ai fini di archiviazione nel pubblico interesse o di ricerca storica (Rubrica così sostituita dall’art. 8, comma 1, lett. e), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) (MODALITÀ DI TRATTAMENTO) 1. I dati personali raccolti a fini di archiviazione nel pubblico interesse o di ricerca storica ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 100
DATI RELATIVI AD ATTIVITÀ DI STUDIO E RICERCA 1. Al fine di promuovere e sostenere la ricerca e la collaborazione in campo scientifico e tecnologico i soggetti pubblici, ivi comprese le università e gli enti di ricerca, possono con autonome determinazioni comunicare e diffondere, anche a privati e p...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 99
DURATA DEL TRATTAMENTO 1. Il trattamento di dati personali a fini di archiviazione nel pubblico interesse, di ricerca scientifica o storica o a fini statistici può essere effettuato anche oltre il periodo di tempo necessario per conseguire i diversi scopi per i quali i dati sono stati in precedenza ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 98
abrogato FINALITÀ DI RILEVANTE INTERESSE PUBBLICO [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità relative ai trattamenti effettuati da soggetti pubblici: a) per scopi storici, concernenti la conservazione, l'ordinamento e la comunicazione dei documen...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 97
TITOLO VII Trattamenti a fini di archiviazione nel pubblico interesse, di ricerca scientifica o storica o a fini statistici (Rubrica così sostituita dall’art. 8, comma 1, lett. a), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) CAPO I Profili generali (AMBITO APPLICATIVO) 1. Il presente titolo disciplina il trattam...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 96
TRATTAMENTO DI DATI RELATIVI A STUDENTI 1. Al fine di agevolare l'orientamento, la formazione e l'inserimento professionale, anche all'estero, le istituzioni del sistema nazionale di istruzione, i centri di formazione professionale regionale, le scuole private non paritarie nonché le istituzioni di ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 95
abrogato TITOLO VI Istruzione - CAPO I Profili generali (DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI) [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità di istruzione e di formazione in ambito scolastico, professionale, superiore o universitario, con particolare riferim...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 94
BANCHE DI DATI, REGISTRI E SCHEDARI IN AMBITO SANITARIO [1. Il trattamento di dati idonei a rivelare lo stato di salute contenuti in banche di dati, schedari, archivi o registri tenuti in ambito sanitario, è effettuato nel rispetto dell'articolo 3 anche presso banche di dati, schedari, archivi o reg...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 92
CARTELLE CLINICHE 1. Nei casi in cui strutture, pubbliche e private, che erogano prestazioni sanitarie e socio-sanitarie redigono e conservano una cartella clinica in conformità alla disciplina applicabile, sono adottati opportuni accorgimenti per assicurare la comprensibilità dei dati e per disting...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 91
abrogato CAPO VI Disposizioni varie (DATI TRATTATI MEDIANTE CARTE) [1. Il trattamento in ogni forma di dati idonei a rivelare lo stato di salute o la vita sessuale eventualmente registrati su carte anche non elettroniche, compresa la carta nazionale dei servizi, o trattati mediante le medesime carte...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 90
abrogato CAPO V (Capo abrogato dall’art. 27, comma 1, lett. b), n. 6), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) Dati genetici (TRATTAMENTO DEI DATI GENETICI E DONATORI DI MIDOLLO OSSEO) [1. Il trattamento dei dati genetici da chiunque effettuato è consentito nei soli casi previsti da apposita autorizzazione r...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 89-bis
PRESCRIZIONI DI MEDICINALI 1. Per le prescrizioni di medicinali, laddove non è necessario inserire il nominativo dell'interessato, si adottano cautele particolari in relazione a quanto disposto dal Garante nelle misure di garanzia di cui all'articolo 2-septies, anche ai fini del controllo della corr...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 89
abrogato CASI PARTICOLARI [1. Le disposizioni del presente capo non precludono l'applicazione di disposizioni normative che prevedono il rilascio di ricette che non identificano l'interessato o recanti particolari annotazioni, contenute anche nel decreto-legge 17 febbraio 1998, n. 23, convertito, co...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 88
abrogato MEDICINALI NON A CARICO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE [1. Nelle prescrizioni cartacee di medicinali soggetti a prescrizione ripetibile non a carico, anche parziale, del Servizio sanitario nazionale, le generalità dell'interessato non sono indicate. 2. Nei casi di cui al comma 1 il medico...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 87
abrogato CAPO IV Prescrizioni mediche (MEDICINALI A CARICO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE) [1. Le ricette relative a prescrizioni di medicinali a carico, anche parziale, del Servizio sanitario nazionale sono redatte secondo il modello di cui al comma 2, conformato in modo da permettere di risalire...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 86
abrogato ALTRE FINALITÀ DI RILEVANTE INTERESSE PUBBLICO [1. Fuori dei casi di cui agli articoli 76 e 85, si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità, perseguite mediante trattamento di dati sensibili e giudiziari, relative alle attività amministrative...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 85
abrogato CAPO III (Capo abrogato dall’art. 27, comma 1, lett. b), n. 4), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) Finalità di rilevante interesse pubblico (COMPITI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE) [1. Fuori dei casi di cui al comma 2, si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 84
abrogato COMUNICAZIONE DI DATI ALL'INTERESSATO [1. I dati personali idonei a rivelare lo stato di salute possono essere resi noti all'interessato o ai soggetti di cui all'articolo 82, comma 2, lettera a), da parte di esercenti le professioni sanitarie ed organismi sanitari, solo per il tramite di un...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 83
abrogato ALTRE MISURE PER IL RISPETTO DEI DIRITTI DEGLI INTERESSATI [1. I soggetti di cui agli articoli 78, 79 e 80 adottano idonee misure per garantire, nell'organizzazione delle prestazioni e dei servizi, il rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità degli interessati, nonché...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 82
EMERGENZE E TUTELA DELLA SALUTE E DELL'INCOLUMITÀ FISICA 1. Le informazioni di cui agli articoli 13 e 14 del Regolamento possono essere rese senza ritardo, successivamente alla prestazione, nel caso di emergenza sanitaria o di igiene pubblica per la quale la competente autorità ha adottato un'ordina...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 81
abrogato PRESTAZIONE DEL CONSENSO [1. Il consenso al trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di salute, nei casi in cui è necessario ai sensi del presente codice o di altra disposizione di legge, può essere manifestato con un'unica dichiarazione, anche oralmente. In tal caso il consenso è do...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 80
INFORMAZIONI DA PARTE DI ALTRI SOGGETTI 1. Nel fornire le informazioni di cui agli articoli 13 e 14 del Regolamento, oltre a quanto previsto dall'articolo 79, possono avvalersi della facoltà di fornire un'unica informativa per una pluralità di trattamenti di dati effettuati, a fini amministrativi e ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 79
INFORMAZIONI DA PARTE DI STRUTTURE PUBBLICHE E PRIVATE CHE EROGANO PRESTAZIONI SANITARIE E SOCIO-SANITARIE (Rubrica così sostituita dall’art. 6, comma 1, lett. e), n. 1), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Le strutture pubbliche e private, che erogano prestazioni sanitarie e socio-sanitarie possono a...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 78
INFORMAZIONI DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE O DEL PEDIATRA (Rubrica così modificata dall’art. 6, comma 1, lett. d), n. 1), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta informano l'interessato relativamente al trattamento dei dati personali, in form...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 77
CAPO II Modalità particolari per informare l'interessato e per il trattamento dei dati personali (Rubrica così sostituita dall’art. 6, comma 1, lett. b), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) (MODALITÀ PARTICOLARI) 1. Le disposizioni del presente titolo individuano modalità particolari utilizzabili dai sog...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 76
abrogato ESERCENTI PROFESSIONI SANITARIE E ORGANISMI SANITARI PUBBLICI [1. Gli esercenti le professioni sanitarie e gli organismi sanitari pubblici, anche nell'ambito di un'attività di rilevante interesse pubblico ai sensi dell'articolo 85, trattano i dati personali idonei a rivelare lo stato di sal...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 75
TITOLO V Trattamento di dati personali in ambito sanitario - CAPO I Principi generali (SPECIFICHE CONDIZIONI IN AMBITO SANITARIO) 1. Il trattamento dei dati personali effettuato per finalità di tutela della salute e incolumità fisica dell'interessato o di terzi o della collettività deve essere effet...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 74
abrogato CAPO V (Capo abrogato dall’art. 27, comma 1, lett. b), n. 2), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) Particolari contrassegni (CONTRASSEGNI SU VEICOLI E ACCESSI A CENTRI STORICI) [1. I contrassegni rilasciati a qualunque titolo per la circolazione e la sosta di veicoli a servizio di persone invalid...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 73
abrogato ALTRE FINALITÀ IN AMBITO AMMINISTRATIVO E SOCIALE [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, nell'ambito delle attività che la legge demanda ad un soggetto pubblico, le finalità socio-assistenziali, con particolare riferimento a: a) interventi di so...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 72
abrogato RAPPORTI CON ENTI DI CULTO [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità relative allo svolgimento dei rapporti istituzionali con enti di culto, confessioni religiose e comunità religiose. ] (Articolo abrogato dall’art. 27, comma 1, lett. b...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 71
abrogato ATTIVITÀ SANZIONATORIE E DI TUTELA [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità: a) di applicazione delle norme in materia di sanzioni amministrative e ricorsi; b) volte a far valere il diritto di difesa in sede amministrativa o giudiziari...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 70
abrogato VOLONTARIATO E OBIEZIONE DI COSCIENZA [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità di applicazione della disciplina in materia di rapporti tra i soggetti pubblici e le organizzazioni di volontariato, in particolare per quanto riguarda l'el...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 69
abrogato ONORIFICENZE, RICOMPENSE E RICONOSCIMENTI [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità di applicazione della disciplina in materia di conferimento di onorificenze e ricompense, di riconoscimento della personalità giuridica di associazioni,...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 68
abrogato BENEFICI ECONOMICI ED ABILITAZIONI [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità di applicazione della disciplina in materia di concessione, liquidazione, modifica e revoca di benefici economici, agevolazioni, elargizioni, altri emolumenti ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 67
abrogato ATTIVITÀ DI CONTROLLO E ISPETTIVE [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità di: a) verifica della legittimità, del buon andamento, dell'imparzialità dell'attività amministrativa, nonché della rispondenza di detta attività a requisiti di...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 66
abrogato MATERIA TRIBUTARIA E DOGANALE [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le attività dei soggetti pubblici dirette all'applicazione, anche tramite i loro concessionari, delle disposizioni in materia di tributi, in relazione ai contribuenti, ai sosti...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 65
abrogato DIRITTI POLITICI E PUBBLICITÀ DELL'ATTIVITÀ DI ORGANI [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità di applicazione della disciplina in materia di: a) elettorato attivo e passivo e di esercizio di altri diritti politici, nel rispetto della ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 64
abrogato CAPO IV (Capo abrogato dall’art. 27, comma 1, lett. b), n. 2), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) Finalità di rilevante interesse pubblico (CITTADINANZA, IMMIGRAZIONE E CONDIZIONE DELLO STRANIERO) [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità d...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 63
abrogato CONSULTAZIONE DI ATTI [1. Gli atti dello stato civile conservati negli Archivi di Stato sono consultabili nei limiti previsti dall'articolo 107 del decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 490. ] (Articolo abrogato dall’art. 27, comma 1, lett. b), n. 2), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101, che ha...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 62
abrogato CAPO III (Capo abrogato dall’art. 27, comma 1, lett. b), n. 2), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) Stato civile, anagrafi e liste elettorali (DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI) [1. Si considerano di rilevante interesse pubblico, ai sensi degli articoli 20 e 21, le finalità relative alla tenuta degli ...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 61
CAPO II Registri pubblici e albi professionali (UTILIZZAZIONE DI DATI PUBBLICI E REGOLE DEONTOLOGICHE) (Rubrica così modificata dall’art. 5, comma 1, lett. c), n. 1), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Il Garante promuove, ai sensi dell'articolo 2-quater, l'adozione di regole deontologiche per il tra...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 60
DATI RELATIVI ALLA SALUTE O ALLA VITA SESSUALE O ALL'ORIENTAMENTO SESSUALE 1. Quando il trattamento concerne dati genetici, relativi alla salute, alla vita sessuale o all'orientamento sessuale della persona, il trattamento è consentito se la situazione giuridicamente rilevante che si intende tutelar...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 59
TITOLO IV Trattamenti in ambito pubblico - CAPO I Accesso a documenti amministrativi (ACCESSO A DOCUMENTI AMMINISTRATIVI E ACCESSO CIVICO) (Rubrica così modificata dall’art. 5, comma 1, lett. a), n. 1), D.Lgs. 10 agosto 2018, n. 101) 1. Fatto salvo quanto previsto dall'articolo 60, i presupposti, le...

Decreto Legislativo del 2003 numero 196 art. 58
TITOLO III Difesa e sicurezza dello stato - CAPO I Profili generali (TRATTAMENTI DI DATI PERSONALI PER FINI DI SICUREZZA NAZIONALE O DIFESA) 1. Ai trattamenti di dati personali effettuati dagli organismi di cui agli articoli 4, 6 e 7 della legge 3 agosto 2007, n. 124, sulla base dell'articolo 26 del...
Copyright © 2001-2018 Studio legale Colaluce. VAT: IT 02145500720 - All rights reserved.  | Condizioni d'Uso | Dichiarazione per la Privacy